AFFARI ISTITUZIONALI

Scopi del Gruppo

Il Gruppo di Lavoro "Affari Istituzionali" è stato costituito nella seduta del 20 Luglio 2005 del Consiglio SIMeF con lo scopo di istituire e mantenere contatti costanti e di attiva compartecipazione con Enti ed Associazioni rilevanti per le varie attività della Società.
In particolare i responsabili del GdL, nominati dal Consiglio, hanno il mandato di rappresentare SIMeF presso AIFA, Ministero della Salute, ISS, CNR, CRUI ed Istituti Universitari, Farmindustria, altre Società Scientifiche affini alla nostra e con tematiche di reciproco interesse.

Il GdL non è aperto ad iscrizioni dei Soci in quanto è da considerarsi un braccio operativo del Consiglio eletto.

Il GdL è, attualmente costituito da: Giuseppe Assogna, Consigliere SIMeF, Sergio Caroli, Consigliere SIMeF, Gianni De Crescenzo, Past President ed attuale Consigliere SIMeF, Francesco De Tomasi, Past President, e Marco Romano, attuale Presidente SIMeF.

Dalla sua attività, scaturiscono occasioni di consultazione con gli Enti già citati su argomenti di varia natura attinenti alla sperimentazione clinica dei farmaci ed a tutte le attività connesse, oltre che su temi di natura etica, sociale e comportamentale, sempre legati al mondo della ricerca scientifica, del farmaco e della salute.

Ne conseguono anche Corsi, Convegni, Tavole rotonde realizzati in autonomia o in collaborazione con altre Istituzioni. Di particolare interesse è il contributo che SIMeF, attraverso questo GdL è stata chiamata a dare dall´AIFA per la preparazione di alcuni Decreti attuativi concernenti la regolamentazione dell´area della sperimentazione clinica dei farmaci.

Il GdL relaziona costantemente al Consiglio i suoi interventi ed aggiorna i Soci attraverso il sito SIMeF.

 

Sintesi delle attività recenti del GdL Affari Istituzionali 

Le attività più recenti hanno riguardato lo sviluppo di contatti con enti pubblici e privati, società scientifiche ed università al fine di favorire la ricerca scientifica, lo sviluppo del farmaco, il contrasto al crimine farmaceutico e la tutela della salute.  Gli aspetti principali di tali attività sono riconducibili al Master di secondo livello sui sistemi di qualità in essere presso l’Università Cattolica di Roma; alla organizzazione di eventi sulla falsificazione, produzione irregolare e commercio illegale dei farmaci in collaborazione con l’Agenzia Italiana del Farmaco, il Ministero della Salute, l’Istituto Superiore di Sanità, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, il Comando dei Carabinieri per la Tutela della Salute – Nuclei Antisofisticazioni e varie aziende farmaceutiche; ad incontri con  esponenti del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e delle Ambasciate d’Ungheria a Roma e d’Italia a Budapest relativamente ai programmi di collaborazione tecnica e scientifica nel campo della salute e dell’ambiente; partecipazione assieme ai rappresentanti dell’Agenzia Italiana del Farmaco e della Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ad incontri sul contrasto al crimine farmaceutico organizzati dal programma comunitario TAIEX a Jericho con le autorità governative Palestinesi. 

 
Linee guida da seguire nella sperimentazione clinica in questo periodo di pandemia:
logo-ssfa